Documenti

Flusso di vendita e di acquisto dei clienti e dei fornitori.

Flusso di vendita

Documenti da emettere per i clienti:

  • Fatture: Fatture semplici e Fatture Accompagnatorie
  • DDT: Movimentazione merce - Scarica il magazzino
  • Fatture Proforma: Per pagamenti anticipati all'ordine
  • Note di Credito: Annullamento Fatture
  • Offerte: Proposta fornitura beni e servizi
  • Ordini: Conferma fornitura beni e serivizi - inserimento manuale e creazione automatica da Xtumble E-Shop
  • Scontrini Fiscali: Creazione e importazione automatica dal Xtumble Retail

Crea documenti seguendo il percorso "Ordine di vendita > Documento di Evasione > Fatturazione" per mantenere le relazioni tra i documenti nel processo di vendita merce.

Step flusso di vendita

Clicca sul bottone "Crea documento" e seleziona il tipo di documento da creare dalla schermata dettaglio o clicca il bottone giallo direttamente dall'elenco dei documenti.

Crea documento
Stato fatturazione documento

Consulta le relazioni tra i documenti per verificare la tua vendita.

Flusso di vendita
Scaletta flusso di vendita

È possibile monitorare lo stato di evasione, pagamento e fatturazione dei documenti dalla sezione elenco - Lo stato è calcolato in automatico in base ai documenti emessi e alla gestione degli scadenzari.

Stato pagamento documento

Flusso di acquisto

Documenti ricevuti dai fornitori da registrare o da importare.

  • Fatture: Fatture semplici e Fatture Accompagnatorie - inserimento manuale e importazione automatica con Fatturazione Elettronica
  • DDT: Movimentazione merce - Carica il magazzino
  • Note di Credito: Annullamento Fatture - inserimento manuale e importazione automatica con Fatturazione Elettronica
  • Ordini: Ordini dei fornitori

Il flusso di acquisto è molto simile al flusso di vendita, è consigliabile seguire lo stesso processo di creazione documenti per poter consultare gli step di relazione tra i documenti. Nel caso si ricevessero in automatico le fatture fornitori puoi creare succesivamente i documenti correlati consultando le sezioni "Clonare un documento" e "Correlare un documento".

Dettaglio documento

Scheda dettaglio documento suddiviso per tab:

  • Righe documento: Elenco righe documento - prodotti da vendere / acquistati
  • Scadenzari: Riepilogo scadenze associate al documento - in base al metodo di pagamento selezionato - solo per documenti Fatture
  • Allegati: XML Fatturazione Elettronica (importazione automatica), copia PDF documento, allegati da associare al documento
  • Notifiche FE: Messaggi di sistema provenienti dallo SDI della fatturazione Elettronica - solo per documenti Fatture e Note di Credito
  • Ritenuta d'Acconto: Impostazioni ritenuta d'acconto per il documento corrente - solo per documenti Fatture
  • Note: Note aggiuntive documento - Visibili sul template report Offerte clienti
  • Condizioni economiche: Riferimento a condizioni economiche del documento - Visibili sul template report Offerte clienti
  • Mail: Invio documento via mail. Per consultare le notifiche mail consulta la sezione "CRM > Send Log Mail"
Dettaglio documento

I metodi di pagamento del documento sono ereditati in automatico dal contatto di riferimento ma possono essere modificati successivamente (vedi colonna sinistra della schermata dettaglio):

  • Tipo: Tipologia di pagamento - creazione scadenzario automatico (es. 30gg fine mese, 60 gg fine mese, ecc.)
  • Modalità: Modalità di pagamento - Bonifico, carta di credito, ecc.
  • Listino: Listino di vendita applicato
Metodi di pagamento del documento

Operazioni per documento

Operazioni disponibili sul dettaglio documento (bottone azzurro in basso a destra):

  • Elimina documento: Elimina il documento
  • Nuovo documento: Crea un nuovo documento
  • Clona documento: Duplica documento - varie opzioni di tipo documento
  • Stampa documento: Stampa documento PDF o invia documento via mail
  • Stato documento: Cambia stato documento - cambio automatico per fatture
Operazioni documento

Righe documento

Elenco delle righe di un documento - beni/servizi da vendere o acquistati.

1)Clicca sul bottone "+ Aggiungi riga" per inserire una nuova riga documento.

Nuova riga documento

2)Ricerca l'articolo per codice o per descrizione e seleziona il risultato - i dati verranno autocompilati.

Cerca articolo

3)Per modificare, eliminare la riga o applicare sconti clicca i tasti della colonna "Azioni".

Modifica riga documento

Clonare un documento

Crea un nuovo documento selezionando il documento di partenza (clonazione). Questa operazione è disponibile per tutti i tipi di documento, viene creata una copia identica del documento di partenza ma non crea correlazione con il nuovo documento emesso.

1)Clicca sul bottone azzurro delle operazioni e seleziona "Clona documento".

Clonare un documento

2)Seleziona il tipo di documento da clonare e il contatto a cui intestarlo.

Clonare un documento

Correlare un documento

Importa le righe di un altro documento (correlazione). Questa operazione è disponiblile se presenti documenti da correlare ad un altro documento. Per eliminare successivamente la correlazione tra i documenti bisogna eliminare il documento di partenza (documento master - cancellare le righe inserite in automatico non resetta la correlazione).

1)Clicca sulla matita azzurra a fianco alla voce "Documenti correlati" (vedi colonna sinistra della schermata dettaglio).

Correlare un documento

2)Seleziona i documenti da correlare e clicca su "Salva".

Correlare un documento

Fatturazione Elettronica

Informazioni utili per la compilazione delle fatture e l'invio al Sistema di Interscambio dell'Agenzia delle Entrate.

Compilazione

Per inviare correttamente una fattura elettronica è indispensabile che al suo interno sia riportato l’indirizzo telematico che il cliente ha comunicato al fornitore.
Tale indirizzo potrà solo essere:

  • un indirizzo PEC, in tal caso occorrerà compilare il campo della fattura “Codice Destinatario” con il valore "0000000" (sette volte zero) e il campo “PEC Destinatario” con l’indirizzo PEC comunicato dal cliente
  • un codice alfanumerico di 7 cifre, in tal caso occorrerà compilare solo il campo della fattura “Codice Destinatario” con il codice comunicato dal cliente

Nel caso in cui il cliente non comunichi alcun indirizzo telematico oppure è un consumatore finale ovvero un operatore in regime di vantaggio o forfettario ovvero un piccolo agricoltore, sarà sufficiente compilare solo il campo “Codice Destinatario” con il valore “0000000” ma il fornitore dovrà rilasciare al suo cliente una copia su carta (o inviarla per email) della fattura inviata al SdI comunicandogli anche che potrà consultare e scaricare l’originale della fattura elettronica nella sua area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate (per gli operatori Iva tale area è quella denominata “Consultazione à Dati rilevanti ai fini IVA” del portale “Fatture e Corrispettivi”).

Per ulteriori informazioni consultare la guida dell'Agenzia delle Entrate qui.

Come fare la fattura elettronica per l’estero

Il procedimento è tendenzialmente lo stesso che bisogna seguire per una normale fattura elettronica, ci sono solo alcune differenze che riguardano la sua compilazione, in particolare:

  • nel campo Codice Destinatario occorre inserire il codice "XXXXXXX" (sette volte lettera X maiuscola);
  • compilare con il simbolo del meno "-" il Codice Fiscale del destinatario, il protocollo di invio convertirà il valore secondo le convenzioni dello SDI (sarà convertito in stringa vuota in quanto non si aspetta un valore);
  • nel campo CAP va inserito il codice "00000" (cinque volte zero), senza indicare il CAP del Paese di riferimento;
  • nel campo IVA va inserita la Partita IVA comunitaria, se il cliente ha sede in un Paese dell’Unione Europea.
    Se il cliente, invece, si trovare al di fuori dell’Unione Europea, bisogna inserire il codice "OO99999999999".
    Infine, per la fattura a un privato estero, non essendoci la Partita IVA, il protocollo di invio compilerà in automatico il codice convenzionale "0000000".

Tutte le volte che si emette una fattura elettronica per l’estero bisogna ricordarsi di inviare al cliente una copia del documento, che può essere cartacea o in formato PDF. Il cliente, infatti, non essendo in Italia, non può accedere al Sistema di Interscambio per vedere la fattura elettronica.

Autofattura

Come creare un documento per le fatture ricevute per soggetti intracomunitari ed extracomunitari.
Il seguente documento è da inviare entro il 15 del mese successivo a quello di ricevimento della fatture ricevute.

Di seguito le modalità di compilazione:

  • Documento elettronico tipo "TD01"
  • Il codice destinatario da indicare nella fattura elettronica relativa alle operazioni passive estere (acquisti e servizi ricevuti) è il vostro codice destinatario (codice univo o indirizzo pec) in quanto con il meccanismo dell'inversione, la fattura la emettete per conto del vostro fornitore estero e la inoltrate a voi stessi
  • CAP "00000"
  • Campo IVA per cliente intracee "n. di partita IVA comunitaria con l'identificativo della nazione di appartenenza"
    campo IVA per cliente extracee "OO99999999999"
    campo IVA per cliente privato sia intracee che extracee "0000000"
  • Per le operazioni passive per servizi (fatture ricevute) da fornitori intracee per le quali il soggetto passivo italiano deve applicare l'IVA con la procedura di integrazione della fattura ricevuta : documento elettronico tipo "TD17"
  • Per le operazioni passive per servizi (fatture ricevute) da fornitori extracee per le quali il soggetto passivo italiano deve applicare l'IVA con la procedura dell'autofattura della fattura ricevuta : documento elettronico tipo "TD17"
  • per le operazioni passive per acquisti di beni intracomunitari (fatture ricevute) per le quali il soggetto passivo italiano deve applicare l'IVA con la procedura di integrazione della fattura ricevuta : documento elettronico tipo "TD18"
  • Per le operazioni passive per acquisti di beni dall'estero sia in un paese UE che extraUE ma già presenti nel territorio italiano (fatture ricevute) per le quali il soggetto passivo italiano deve applicare l'IVA con la procedura di integrazione (fornitore UE) o dell'autofattura (fornitore extraUE) della fattura ricevuta : documento elettronico tipo "TD19"

Selezionare il codice corrispondente al tipo di documento da emettere cliccando sulla matita azzurra (vedi colonna sinistra della schermata dettaglio).

Codice autofattura TD17
Inviare una Fattura Elettronica

Invia il documento allo SDI dopo aver compilato e verificato tutti i campi necessari per il corretto invio del documento cliccando il tasto "Invia allo SDI" (vedi colonna sinistra della schermata dettaglio).

Inviare una Fattura Elettronica
Consultare lo stato di invio di una fattura elettronica

É possibile verificare lo stato di invio del documento e le notifiche ricevute dallo SDI consultando il tab "Notifiche FE".

Notifiche Fattura Elettronica

Gli stati di invio della Fatturazione Elettronica sono:

  • Bozza: Documento in bozza, è possibile modificare l'intestazione, metodi di pagamento e aggiungere righe al documento
  • Presa in carico: Documento preso in carico dal sistema e in fase di validazione
  • Inviata: Documento ricevuto dallo SDI, fase di verifica dei dati da parte dell'Agenzia delle Entrate
  • Consegnata: Documento consegnato al cliente
  • Depositata non consegnata: Documento depositato sul cassetto fiscale del cliente privato
  • Errore: Documento in errore, consultare le notifiche sul tab "Notifiche FE", verificare i dati di compilazione e inviare nuovamente allo SDI

Rivalsa INPS in Fattura

La rivalsa INPS costituisce reddito per il professionista che la applica. La rivalsa INPS costituisce una maggiorazione fino al 4% del compenso e contribuisce, quindi, alla determinazione del reddito professionale del professionista che la applica.
Ai sensi dell'articolo 1, comma 212, della Legge n 622/1996, la rivalsa INPS è una maggiorazione – fino al 4% – che si applica sui compensi lordi fatturati dai liberi professionisti iscritti alla Gestione Separata. Tale percentuale può essere addebitata in fattura ai committenti in qualità di contributo previdenziale.

1)Vai sulla pagina dettaglio fattura e seleziona il tab "Ritenuta d'acconto e cassa previdenziale", poi clicca la matita a fianco alla voce "Cassa previdenziale - Rivalsa INPS".

Rivalsa INPS

2)Imposta l'aliquota da applicare e l'eventuale codice IVA solo nel caso di esenzione

Rivalsa INPS
Top